WEDDING PLANNER

Per chi vuole conoscere qualcosa di me, posso raccontarvi di aver scelto questa strada, dopo essermi occupata per oltre 15 anni di ben altro.

Quando ho organizzato il mio matrimonio, mi sono resa conto di quanta fatica e lavoro instancabile ci sia dietro.

La passione e l’amore che ci ho messo per rendere quel giorno perfetto e l’emozione che ho provato insieme a mio marito, ai parenti e ai nostri amici, non si può descrivere a parole. Era il mio sogno diventato realtà.

Per questo ho deciso di affacciarmi al mondo del Wedding e degli Eventi in genere; per vestire il ruolo della fata madrina e aiutarvi a rendere il vostro giorno Unforgettable.

Mi chiamo Maria Laura Mamone, per tutti Laura, ho conseguito la Laurea in Conservazione dei Beni Culturali, ed ho un’ esperienza decennale nel settore delle Telecomunicazioni e del Customere Care.

Da sempre appassionata di matrimoni, ho deciso di formarmi professionalmente, ottenendo certificazioni ISO come Event Manager&Wedding Planner e Wedding Planner For Foreign Couple.

Amante dell’Arte in tutte le sue espressioni e in particolare della moda, ho voluto associare alla figura dell’organizzatrice di eventi anche quella della Consulente D’Immagine, con relativa certificazione professionale di Image Consulting and Personal Shopper.

Volevo offrire ai miei clienti un servizio unico e personalizzato, garantendo la massima professionalità e competenza.

Sono sempre attenta alle nuove tendenze e alla ricerca delle ultime novità nel settore.

Passione, Competenza, Cura dei dettagli, Affidabilità e anche divertimento, sono le caratteristiche del mio lavoro.

Mi piace essere sempre presente in prima linea, per garantire risultati impeccabili in un clima di serenità e allegria.

La mia missione è quella di cogliere ogni sfida per trasformarla in un successo; realizzare ogni vostro sogno e desiderio per trasformarlo in un evento unico e irripetibile.

La mia mission è di realizzare il vostro evento come lo avete sempre sognato ed immaginato.

Fare la Wedding Planner è un lavoro bellissimo ma richiede impegno, fatica e totale dedizione.

Quando incontro una coppia di promessi sposi che chiedono il mio aiuto nell’organizzazione del loro matrimonio, ci metto il cuore e l’anima per fare in modo di renderlo un giorno speciale, magico e soprattutto unico “come nelle favole”!

Organizzo matrimoni anche per coppie di stranieri che scelgono l’Italia ed in particolare Roma come location dove celebrare la loro unione. Mi occupo di organizzarlo in ogni suo aspetto, per sollevarli il più possibile da qualsiasi preoccupazione che può essere fonte di stress. Ascolto e seguo le loro esigenze per rispecchiare al meglio il loro stile e la loro personalità e rendere quel momento indimendicabile.

Una che una brava WP deve avere la sensibilità giusta per relazionarsi con i protagonisti dell’evento ed è molto importante creare un’intesa e un’alchimia con gli sposi; spesso scatta subito, altre volte è necessario incontrarsi più volte.

 Ma vedrete…scoccherà la scintilla e vi affiderete a me per organizzare il vostro evento!

La Sposa.

Protagonista indiscussa del matrimonio, l’abito dovrà essere scelto tenendo conto di diversi elementi: le caratteristiche fisiche della sposa, la sua età, la stagione, il tono e il tipo di cerimonia, i sogni che ha dentro di sè.

Armonia, equilibrio con charme, semplicità sofisticata, questi i “must” da non dimenticare. Bisogna sempre saper dosare il “non convenzionale”, ciò che magari è di moda ed il buon gusto anche nelle scelte più alternative. L’effetto deve sempre essere di uno chic naturale, “creativo” che rispecchi lapersonalità della sposa, il suo modo di essere, il suo stile abituale, non mascherando mai le sue caratteristiche nel tentativo di stupire!

Immancabili poi gli accessori che creano una sinergia unica con l’abito e con colei che lo indossa; un sandalo prezioso, un’insolito e delicato monile spesso sono quel valore aggiunto che ne esalta e sottolinea il carattere.

Gli elementi che caratterizzano un abito sono tre: la linea, il tessuto, i decori.

Da non sottovalutare poi nella scelta dell’abito perfetto la carnagione; alle spose con la carnagione molto chiara è indicato un abito bianco sporco o avorio; alle spose con una carnagione scura o olivastra un abito bianco candido.

Lo Sposo.

Se è vero che la protagonista assoluta del matrimonio è la sposa e l’abito che indosserà e se è vero che in un primo momento tutti gli sguardi sono catturati su di lei, è pur vero che lo sposo deve essere alla sua altezza. Quindi la scelta del capo giusto è molto importante anche per lui e ci deve dedicare la giusta attenzione, il giusto tempo, non dimenticando mai di avere buon gusto anche nelle situazioni apparentemente non convenzionali.

Anche lui dovrà tenere presente, l’orario in cui avviene la cerimonia, il luogo ma soprattutto l’abito della sua futura sposa.

In linea generale è bene sapere che il completo classico, disinvolto ed elegante o l’abito scuro ( ad esempio grigio fumo di Londra, blu scuro ) composto da giacca monopetto in lana o fresco lana, senza spacchi, con pantaloni senza risvolto di taglio classico, gilet se si vuole, camicia bianca con colletto classico o alla francese mai botton down, cravatta tinta unita, scarpe stringate e immancabile bouttonier ( fiore all’occhiello dello stesso tipo del bouquet della sposa ) può accompagnarsi a qualsiasi abito della sposa.  

Per quello che riguarda gli accessori, l’uomo può indossare i gemelli e l’orologio da portare a sinistra sotto il polsino della camicia.

Il taglio della torta nuziale rappresenta il momento culminante del matrimonio, ecco perché si dedicano sempre più attenzioni per creare una vera e propria opera d’arte.

Quando gli sposi devono scegliere una torta bisogna che tengano conto di alcune importantissime sfumature: il tema e lo stile del matrimonio, i colori dominanti, i gusti e le preferenze perché questa deve riflettere la coppia, rappresentarla. La scelta della torta è sicuramente una delle parti più “dolci” della pianificazione del matrimonio e deve esser fatta con cura.

 La torta a più piani è quella dal grande impatto visivo e che crea le maggiori aspettative tra gli ospiti. La si può trovare nelle versioni a tre, cinque o sette piani sovrapposti: rotondi, quadrati o esagonali.

Questo tipo di torte nuziali prevede una base molto ampia e un numero di piani, solitamente dispari per scaramanzia, che variano da tre, cinque o addirittura sette.
L’impasto è quasi sempre di pan di Spagna guarnito con crema, ed è ricoperta di panna o di pasta di zucchero.

La torta inglese o anglossasone è caratterizzata da una serie di cubi o cilindri sovrapposti, sorretti da una struttura rigida. La torta inglese viene poi decorata con nastri, fiori e foglie, in perfetto stile rinascimentale: i decori floreali e i nastrini colorati, sfruttano la struttura e il candore della panna per creare delle composizioni molto appariscenti.

La torta americana come quella inglese, anche questa tipologia di torta nuziale è composta da una serie di piani di pan di Spagna. Interamente rivestita di pasta di mandorle, con una base piuttosto stretta e protesa verso l’alto, si sorregge grazie a un impasto soffice e più compatto.

Viene decorata infine con nastri, fiocchi e fiori dello stesso ingrediente. Ha un rivestimento rigido e zuccheroso, che però ha un grande difetto: con il calore, la glassa si scioglie originando delle gocce, un effetto che viene definito come “torta che piange”.

La torta monopiano è la torta tradizionale per antonomasia. Forse meno appariscente e scenografica delle altre – tanto da venire maggiormente utilizzata nelle feste e nei compleanni – ma pur sempre di grande successo, se decorata a dovere.

E’ la tipologia più economica tra quelle proposte fino ad ora, di solito preparata con pan di Spagna, farcita con crema Chantilly e fragoline di bosco e ricoperta di panna o glassata in bianco e avorio. Ma un tipo di torta nuziale sicuramente tra le più malleabili in fatto di decorazioni, forma, impasto e ingredienti.

Per matrimoni con un grand numero di invitati è possibile ottenere un effetto scenografico anche con questo tipo di torta, grazie alla tradizionale disposizione a piani per mezzo di alzate e strutture rigide.

La Mini Wedding Cake o il CupCake è  molto di moda negli ultimi tempi, sono le monoporzioni: mini wedding cakes o cupcakes e che vengono disposte sul tavolo per mezzo di strutture a più piani, di tante forme e tipologie: con coperchio e non, a un piano o più, di ceramica o di cristallo.

Per coloro che vogliono ricorrere a questa soluzione ma desiderano non rinunciare al taglio della torta, basta far disporre le tortine al di sotto di una torta un po’ più grande, disposta in cima e creata ad hoc per accogliere gli “sposini”.

Questo tipo di torte nuziali hanno il vantaggio di essere molto pratiched’effetto e anche tra le soluzioni meno costose.

Le mini wedding cakes sono quasi sempre una versione mignon della torta a piani o all’americana: interno in pan di Spagna, esterno in pasta di zucchero. I Cup Cakes invece, sono torte della grandezza di una tazza molto più semplici delle precedenti, sia negli ingredienti che nelle decorazioni.

L’allestimento floreale è senza dubbio uno dei servizi principali nella pianificazione della cerimonia.

Per aiutare gli sposi, la WP tiene conto della stagione in cui si celebra il matrimonio. Un modo per risparmiare sui costi è rispettare la stagionalità dei fiori. Anche la scelta del il colore, del tema e dello stile del matrimonio o addirittura un dettaglio dell’abito della sposa possono essere utili per la scelta dei materiali da impiegare nell’allestimento. 

I fiori e la tipologia di allestimento devono essere in armonia con il tono e lo stile dell’evento.

Fiori dalle evidenti caratteristiche rustiche come i girasoli, gerbere e papaveri ad esempio si addicono a cerimonie in questo stile ( in Casali e Agriturismi ).

Invece le rose, le orchidee, le calle, le peonie, i ranuncoli sono un cult dei matrimoni ma a seconda delle loro varietà e caratteristiche sono adatti sia ai matrimoni classici e tradizionali, romantici, country chic che ai matrimoni in perfetto stile metropolitano.

Il Bouquet deve coordinarsi non solo con l’abito della sposa ma anche con lo stile del matrimonio.

La forma “rotonda” è un classico ever green; il bouquet a fascio “aperto”, voluminoso, dai gambi liberi è indicato per i matrimoni meno formali; quello a “cascata” ora è un pò datato ma è indicato solo nei casi in cui la sposa abbia lo strascico e in cerimonie dal tono solenne e tradizionale.

Il bouquet a “fascio” molto minimal, dal gambo lungo e e libero  è adatto alle spose di una certa statura.

Di grande tendenza  e dall’effetto scenografico forte, sono i  bouquet dalle forme alternative

(a scettro, sfere da polso, pochette floreali) e dagli abbinamenti insoliti (fiori ed erbe aromatiche, frutta o agrumi) o bouquet strutturati, cioè montati con rami e altri materiali naturali.  

Le fedi nuziali sono da sempre il simbolo principale, nonché quello visibilmente duraturo, di un matrimonio. Quando il giorno dopo la cerimonia ci si sveglia, quando si torna a lavoro e alla vita di tutti i giorni, il cambiamento più evidente è quell’anello che si porta all‘anulare della mano sinistra.

L’arduo compito di portarle nel luogo della cerimonia spetta al testimone dello sposo. Nel caso in cui siano presentipaggetti e damigelle che precederanno gli sposi durante la marcia nuziale, le fedi nuziali saranno portate da loro. Le fedi saranno sistemate su un cuscino portafedi, che dovrà essere o della stessa stoffa e dello stesso colore dell’abito da sposa o comunque in linea con lo stile del matrimonio.

Nel corso del tempo, le fedi sono diventate un simbolo indissolubile dal concetto stesso di matrimonio rappresentando, nella loro perfezione sferica, la perfezione di una unione, l’unione delle vite di due persone innamorate in una sola.

Il metallo usato per la realizzazione delle fedi nuziali, solitamente l’oro, rappresenta l’eternità. Nella religione cristiana, infatti, l’oro giallo è da sempre simbolo di eterno: non a caso d’oro sono gli sfondi delle icone e delle decorazioni di molte chiese, e d’oro sono le aureole dei Santi. A questa simbologia è doveroso affiancare il gusto personale degli sposi: molto spesso infatti la scelta cade su fedi non propriamente in oro giallo ma bianco, oppure intrecciate o ancora con l’aggiunta di una pietra che, secondo la tradizione però, “rompe” la perfezione sferica.

Se agli sposi è concesso di scegliere il tipo di fedi nuziali, lo stesso non si può dire in merito al “dove indossarla”: la fede va messa all’anulare della mano sinistra. L’usanza dell’anulare ha due diverse origini: la prima deriva probabilmente da un antico rito della Liturgia Cattolica, quando il celebrante, toccate le prime tre dita della mano sinistra dice: “nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo…” mettendo poi l’anello, così benedetto, nel quarto dito della mano degli sposi. La seconda spiegazione è più romantica: dall’anulare passerebbe la “vena amoris” (vena dell’amore) che da lì porta direttamente al cuore.
In realtà presso molte culture del Nord Europa la fede viene messa alla mano destra, mentre in Inghilterra in passato le fedi nuziali venivano indossate sul pollice. In alcuni paesi dell’America Latina, infine, la fede viene portata all’anulare della mano destra.

Organizzare un matrimonio può sembrare un gioco da ragazzi ma dal momento in cui ci si trova davanti a termini mai sentiti prima ci si rende conto che in realtà l’impresa è davvero ardua!

Spesso questi termini vengono usati come sinonimi ma esistono delle sottili differenze che possono incidere sul vostro matrimonio, vediamole insieme:

In genere il catering comprende esclusivamente la fornitura di food&beverage per eventi quali meeting e cerimonie, il cibo e le bevande vengono fornite al di fuori dal luogo in cui vengono cucinate.

Il banqueting invece, riguarda non solo la fornitura del cibo ma concerne anche tutto ciò che riguarda la presentazione e l’organizzazione del matrimonio o altro evento.
Oggi le agenzie di catering o banqueting offrono davvero un’ampia scelta di possibilità, nel caso in cui per esempio gli sposi scelgano un servizio di banqueting, sarà l’agenzia, in accordo con la coppia, a trovare la location, allestire i tavoli, proporre idee innovative per l’occasione, provvedere all’illuminazione, la mise en place e altri dettagli.

Uno degli elementi che contraddistingue il banqueting dal catering è anche, oltre alla cucina impeccabile, la creazione di scenografie suggestive e idonee per ogni circostanza.

Il banqueting è molto di più dell’imbandire una tavola, è la creazione di vere e proprie scenografie oltre a menù ad hoc, grazie all’esperienza di chef qualificati che propongono soluzioni sempre nuove ed originali, nel rispetto della tradizione.

Come per tutta l’organizzazione delle nozze, anche la scelta dell’auto degli sposi va fatta seguendo precise regole di stile e di bon ton.
Ovviamente al giorno d’oggi alcune di queste formalità non sono più d’obbligo e il rispetto del galateo del matrimonio non è così rigido, lasciando quindi spazio alla fantasia e anche alla stravaganza di alcune coppie di sposi.

Di seguito alcune semplice regole di bon ton in merito all’automobile degli sposi:

  • è di cattivo gusto scegliere un’auto molto grande se la casa della sposa o il luogo della cerimonia si trovano in una strada stretta o molto trafficata;
  • un’auto a due posti è permessa solo dopo la cerimonia: per il tragitto
  • dalla casa della sposa al luogo della cerimonia il galateo richiede di adottare sempre un’auto classica;
  • è vietato esagerare con addobbi floreali esterni facendo sembrare l’auto un enorme pacco regalo. È lecito il classico ed elegante nastro bianco;
  • i fiori andranno posizionati sul pianale tra lo schienale posteriore e il lunotto;
  • la sposa siederà sul sedile posteriore a destra, mentre il padre sarà accanto a lei, a sinistra;
  • l’auto sarà guidata da un autista, estraneo alla coppia, o da un fratello o amico degli sposi;
  • il posto accanto al guidatore dovrà rimanere vuoto;
  • per l’ingresso della sposa nell’auto, dovrà essere l’autista ad aprirle lo sportello. Il padre salirà quindi dopo la sposa;
  • la sposa verrà fatta scendere dall’auto direttamente sul sagrato della chiesa o il più vicino possibile all’ingresso del comune;
  • arrivati sul luogo della cerimonia qualunque sia il rito del matrimonio scelto, l’autista aprirà lo sportello al padre che a sua volta aprirà la portiera alla sposa e l’aiuterà a scendere porgendole il braccio destro.

    Il costo del noleggio dell’auto del matrimonio dipende da vari fattori: in primis dal modello di macchina desiderato e dalla sua esclusività, dalla marca, dalla cilindrata e non ultimo se si vuole il conducente o meno.

    È importante accordarsi prima con l’autonoleggio su quali sono le variabili che influiscono sul prezzo dell’auto da cerimonia: la tariffa può essere infatti concordata a ore o a chilometri percorsi.

    Di solito il prezzo include il carburante e l’assicurazione per i passeggeri, mentre è solitamente escluso di IVA.
    Nel caso in cui doveste scegliere un’auto d’epoca, sinceratevi che abbia l’autorizzazione alla circolazione!

Questo tipo di servizio è molto importante e deve essere scelto con cura, in quanto al professionista che sceglierete, sarà affidato il compito di “fissare” per sempre le emozioni, i volti e situazioni del grande giorno.

Il mio compito è, una volta compresi vostri i gusti e desideri, di indirizzarvi verso quell’operatore che sarà in grado di soddisfare al meglio le vostre esigenze, ovviamente dopo aver attentamente visionato il suo stile di lavoro e le sue reali capacità.

Esistono diversi tipologie di servizio fotografico, anche se principalmente se ne possono distinguere due:

-tradizionale o di posa in cui il fotografo chiede agli sposi di “posizionarsi” in un determinato modo. Opzione ancora molto richiesta dalle coppie, tuttavia non lascia trasparire completamente la naturalezza e la spontaneità degli sposi e dei momenti da loro vissuti.

-un servizio detto di “reportage” o spontaneo in cui gli scatti vengono “rubati” direttamente dall’occhio del fotografo che si mischia tra gli invitati per cogliere tutta la spontaneità delle emozioni dei protagonisti di quel giorno (sposi, parenti, amici).

I momenti che solitamente devono essere immortalati sono:

  •  la preparazione dello sposo o l’attesa dell’arrivo della sposa da parte dello sposo nel caso che ques’ultimo l’attenda già all’interno della chiesa/location;
  • la preparazione della sposa;
  • l’ingresso in chiesa dello sposo insieme alla madre;
  • l’ingresso in chiesa della sposa accompagnata dal padre;
  • le fasi salienti della cerimonia ( la promessa, lo scambio degli anelli, le firme degli sposi sul registro, l’uscita degli sposi e il lancio del riso.
  • l’arrivo degli sposi alla location dove si svolge il ricevimento, il taglio della torta, le foto con i parenti e amici.
  • naturalmente gli sposi potranno decidere insieme al fotografo se includere altri momenti per loro importanti. 
Per conservare i momenti più belli del matrimonio si può realizzare il video, seguendo tutti i dettagli e gli accorgimenti previsti per le foto.
anche in questo caso è possibile scegliere tra diverse soluzioni.
Ora và molto di moda girare un pre-matrimoniale e avvalersi dell’utilizzo del drone.

Il primo passo nell’organizzazione del vostro matrimonio è la scelta della location, ossia del luogo dove si terrà il ricevimento (e nel caso sia possibile anche la cerimonia).

Si tratta della scelta più impegnativa e difficile, perchè vanno tenute in considerazione moltissime cose.

Prima di tutto bisogna pensare a che tipo di ricevimento volete: 

Preferite una festa lussuosa in una antica villa? Oppure una scampagnata con gli amici? A seconda della vostra idea di festa cambia ovviamente il tipo di luogo adatto.

VILLE E CASTELLI: sono le location più costose e sfarzose, ma regalano un’atmosfera da sogno. Perfette per le cerimonie più formali, ma attenzione a prenotarle il prima possibile! Questi posti sono molto richiesti, e spesso le prenotazioni si fanno anche 1-2 anni prima.

AGRITURISMI E CORTI: sono le location più accessibili, e non solo vi permettono di contenere le spese, ma anche di avere un posto in mezzo alla natura. Per chi non ha grandi pretese, è la location che consiglio di più.

RISTORANTI: qui ce n’è per tutti i gusti e per tutti i budget. Ci sono piccole osterie adatte solo a matrimoni informali e con pochi invitati, così come grandi ristoranti con enormi giardini adatti a ospitare centinaia di persone. Bisogna vedere cosa offre la vostra zona!

SALE DA RICEVIMENTO: è una metà via tra la villa e il ristorante. Una bella e sfarzosa sala farà sicuramente un bel figurone, soprattutto se il matrimonio si svolge in inverno e il giardino diventa quindi pressochè inutile.

Eventi da Sogno, ha selezionato per voi con cura le migliori Location nella zona di Roma e dintorni prestando molta attenzione ad ogni minimo dettaglio.

La nostra WP è andata personalmente a visionarle, perchè su internet è vero che si trovano i prezzi e sono indicati i vari servizi offerti, ma vanno presi con le pinze. I prezzi sono solo indicativi, l’unico modo per sapere quanto effettivamente vi costerà una Location è quello di andarla a vedere e farsi fare un preventivo che includa tutte le voci spesa. Perchè il costo finale è definito non soltanto dal menù a persona, ma ci sono tantissime voci non comprese in quella cifra che fanno lievitare i costi: allestimenti, bevande, open bar, etc.

Il nostro compito è quello di sollevarvi da questa incombenza, trattare con i vari fornitori e farvi avere il miglior prezzo possibile che da soli non riuscireste ad ottenere. Il tutto garantendovi qualità ed eccellenza!

 

Negli ultimi anni si è diffusa la prassi di ricorrere alla lista nozze, apparentemente poco romantica ma molto vantaggiosa: è meno impegnativa per chi deve scegliere un regalo, fa risparmiare tempo e fornisce idee utili, evitando doppioni agli sposi.

 Come fare una buona lista di nozze? Innanzitutto l’elenco deve coprire tutti o quasi (a meno che la coppia già conviva) gli oggetti per la casa: dalla biancheria ai servizi da tavola, dalle pentole agli elettrodomestici, dai casalinghi al set per il giardinaggio, ecc.

È buona norma scegliere prodotti utili e per diverse fasce di prezzo, così da permettere sia ai parenti più stretti, che agli invitati o ai semplici conoscenti, di trovare un regalo adatto al loro ruolo e alle loro possibilità economiche, senza mettere in difficoltà nessuno.

Il consiglio che vi do è di pensare alla lista nozze almeno tre mesi prima del gran giorno, ovviamente prima della spedizione di inviti e partecipazioni. Il galateo vieta di allegare un bigliettino alle partecipazioni con i riferimenti alla lista nozze; saranno i diretti interessati a chiedere a sposi, parenti o amici più cari cosa fare come regalo.

Le liste nozze possono essere di diversi tipi: “classica”, con accessori o quote per l’arredamento della casa; “lista viaggio”, in cui gli invitati possono partecipare acquistando quote del viaggio di nozze; “benessere e tempo libero”, qualora gli sposi decidano di farsi “coccolare” chiedendo in dono quote di attrezzi fitness, biciclette, vasca idromassaggio, trattamenti spa, sport o tecnologia (tipologia più diffusa nel caso in cui gli sposi già convivono); “solidarietà”, se la coppia sa di avere già tutto e decide di fare della lista nozze un fondo da donare a un ente benefico per una missione solidale.

Se si opta per la lista classica, è bene prevedere due punti vendita diversi, specialmente se i futuri coniugi e i rispettivi invitati provengono da città differenti.

Un metodo oggi molto diffuso e più pratico è quello della lista nozze online. Gli sposi possono scegliere gli oggetti anche da casa e gli invitati acquistare il regalo risparmiando tempo e convenevoli. La soluzione delle liste nozze online è particolarmente gradita quando parenti e amici sono lontani dalla città in cui si svolgerà la cerimonia.

Forse non tutti  sanno che la parola “bomboniera” deriva dal francese “Bombonnière”: Questo termine indicava, nel XVIII secolo, una preziosa scatoletta che conteneva i tipici dolci dell’epoca, i bon bon appunto. Le fonti scritte parlano di mandorle ricoperte di miele (gli antichi confetti). Per cui fin dalla sua origine, la bomboniera è stata strettamente legata all’utilizzo del confetto.

Ma prima che diventasse moda, la bomboniera era già in uso in Italia verso il XV secolo, quando per il fidanzamento,ifuturi sposi e le rispettive famiglie si scambiavano queste scatolette gioiello porta confetti. E per le nozze il fidanzato donava alla futura sposa una “coppa amatoria”, ovvero un piatto di ceramica contenente dei confetti come segno di fecondità e prosperità per il loro futuro insieme. Ma la sua affermazione avvenne nel 1896, quando per le nozze del principe di Napoli e futuro re d’Italia, Vittorio Emanuele, con la sua regina, Elena del Montenegro, gli invitati portarono come dono delle bomboniere, facendole diventare quindi il dono degli sposi e dando il via alla tradizione moderna che noi oggi conosciamo e che è divenuta popolana e non più ristretta alla sola borghesia o nobiltà.

Donata agli invitati, la bomboniera ha oggi un duplice significato: da un lato è un ricordo dell’evento vissuto insieme, dall’altro è un modo per ringraziare tutti gli invitati della loro presenza e dei loro regali.

Il galateo vuole che i confetti distribuiti dentro i sacchetti siano sempre in numero dispari. Motivo per il quale generalmente in un sacchettino, soprattutto nuziale, si trovano sempre 5 confetti. Questa usanza è data da un pensiero che vede nel numero dispari l’indivisibilità dell’unione. Ogni numero ha un loro significato:

5 confetti simboleggiano fertilità, lunga vita, salute, ricchezza e felicità;

3 confetti simboleggiano la coppia e il figlio;

1 confetto simboleggia l’unicità dell’evento.

Anche il colore ha un valore e va scelto in base al tipo di cerimonia. Per i battesimi la confezione è in genere monocolore, compresi i confetti (rosa o azzurri); per la Comunione si usa il bianco, per la cresima il bordeaux, mentre per il matrimonio, pur rimanendo il confetto di colore bianco, la confezione può essere dei colori più disparati. Per la Laurea si preferisce il rosso, per i 18 anni confetti dai mille colori.

Portare avanti l’antica tradizione, reinventandola con eleganza e raffinatezza, è quello che la nostra agenzia si propone di fare nell’aiutare gli sposi a scegliere la bomboniera che li rappresenta al meglio o che semplicemente che gli piace di più!

Il giorno del proprio matrimonio lo immaginiamo perfetto ed indimenticabile. Allo stesso modo il viaggio di nozze deve emozionarci come mai nessun altro viaggio affrontato. 

Il viaggio di nozze è un momento di intimità che deve essere unico, indimenticabile, da sogno, una fuga da tutto e da tutti!

Per conservare un ricordo romantico, la luna di miele deve essere perfetta, dalla scelta della destinazione alla tipologia di viaggio e sistemazione ma sono soprattutto i dettagli che la renderanno esclusivamente dedicata ai protagonisti: gli sposi!

Attraverso l’agenzia viaggi interna, che  collabora con ben oltre 90 Tour Operator, costruisco ed organizzo, viaggi di nozze su misura per voi, proponendovi destinazioni da sogno.

La nostra agenzia ha attentamente selezionato luoghi paradisiaci, esperienze emozionanti, combinazioni ideali e i resort più adatti per rendere un simile evento veramente speciale e personale.

Esclusive cene al lume di candela sulla spiaggia, crociere romantiche al tramonto, picnic in luoghi naturali emozionanti, massaggi rilassanti nell’intimità della propria suite o villa, champagne e frutta in camera…e continue piccole attenzioni distintive che vi faranno sentire la cura e la personalizzazione che vi sono dedicate.

La nostra consulenza vi aiuterà a scegliere la soluzione più adatta alle vostre aspettative ed esigenze: viaggi itineranti per esperienze culturali o naturalistiche, soggiorni nei resort più esclusivi su spiagge idilliache, luoghi lontani dal turismo tradizionale o città da scoprire.

Pensate a una suite overwater alle Maldive o in Polinesia, a incantevoli isole caraibiche dove tutti i “luoghi comuni” sul cielo azzurro, i tramonti, il mare turchese sono semplicemente reali ma anche agli straordinari paesaggi in Australia, allo spettacolo del Grand Canyon, al fascino degli antichi templi in Thailandia e Indonesia o al puro relax nelle migliori SPA… solo ed esclusivamente dedicato agli sposi!

Se avete intenzione di scoprire il mondo oltre al mare, siamo a vostra disposizione con tutti i viaggi di nozze da noi proposti.

Se avete deciso di sposarvi starete sicuramente pensando alla musica per il vostro matrimonio.

Vi aiuterò ad avere le idee più chiare su come programmare la colonna sonora del tuo giorno più bello:

– quale musica scegliere per la cerimonia

– quale per il ricevimento

– come scegliere i musicisti giusti per voi.

Il vostro matrimonio deve essere espressione della vostra personalità anche nella scelta delle musiche per la cerimonia.

Sia che scegliate di sposarvi con rito religioso oppure civile ci sono momenti importanti dove la musica può fare davvero la differenza e sono:

1) L’ingresso
2) Le promesse di matrimonio
3) Lo scambio degli anelli
4) Le firme
5) L’uscita
 
Per questi momenti dovrete avere cura di scegliere la musica adatta.
Vi consiglio di non escludere alcun genere musicale quindi: brani classici, canzoni pop, musiche da film, musiche religiose, Gospel.
Il risultato che voglio farvi ottenere è quello di avere una colonna sonora che sia veramente espressione della vostra personalità e del vostro gusto musicale.
La musica per il matrimonio non è però solo quella della cerimonia ma è anche quella che vi accompagnerà per tutta la giornata nel posto che avete scelto per intrattenervi con i vostri ospiti e dare il via ai festeggiamenti!
 Gli unici brani che vi consiglio di scegliere sono quelli relativi al:
– l’ingresso nella sala del ricevimento
– il taglio della torta
– il primo ballo

 
Per il resto affidatevi ai musicisti ( che sia una band o un deejay ) che fanno questo tipo di lavoro; sono molto eclettici e sanno benissimo che non possono limitarsi ad uno specifico genere ma hanno nel loro repertorio brani tradizionali, canzoni italiane, internazionali, jazz, ecc.

La scelta del trucco per il giorno del “sì” è uno degli step finali durante i preparativi del matrimonio.

Prima di capire che tipo di trucco può essere adatto, la sposa deve scegliere l’abito e i relativi accessori; il tipo di trucco e l’acconciatura devono essere studiati anche in base al colore dell’incarnato, dei capelli e alla forma del viso.

Le più coraggiose scelgono di truccarsi da sole, tuttavia, l’emozione di quel giorno può giocare scherzi non proprio simpatici.

Vi suggerisco di affidarvi a professionisti del settore, persone esperte con la mano ferma! Pensate che anche le truccatrici di professione, nel giorno del loro matrimonio, decidono di non truccarsi da sole ma di ricorrere all’operato di un collega, che non fallirà nel tracciare la linea dell’ eyeliner. Nella fase della preparazione della sposa, il tempo a disposizione è poco e non sono ammessi errori.

Make-up e acconciatura non devono essere sottovalutati, per evitare l’effetto mascherone e sentirsi davvero se stesse, naturali anche all’altare e/o in Municipio.

In genere i truccatori professionisti hanno un book, una sorta di catalogo con foto da mostrare oppure un sito web dove raccolgono le foto dei propri lavori. Se possibile fatevi mostrare la sposa al naturale (il prima) e poi la foto della stessa truccata, in modo da togliervi ogni dubbio sulle capacità dell’esperto. Parlate con il truccatore per vedere se c’è feeling, se sa comprendere le vostre esigenze e se vi mette a vostro agio.

Il make-up e l’acconciatura della sposa nascono da uno studio approfondito, da un progetto personalizzato, che deve tenere conto di molti dettagli, dall’abito, dallo stile del matrimonio, dai colori, dell’orario della cerimonia trovando una fusione perfetta con la personalità della sposa.

Molti pensano che il trucco della sposa debba per forza essere leggero, quasi inesistente, ma…non dovete scegliere subito. Vi consiglio di individuare due o tre make-up artist e realizzare più prove trucco per essere certe di scegliere la persona giusta.

Il make-up deve avere un’ottima base per garantire una perfetta tenuta durante la giornata e ogni prodotto deve essere a prova di lacrima.

L’acconciatura deve essere scelta tenendo conto soprattutto della propria fisionomia del volto, della corporatura, stile delle nozze e della propria personalità.

L’acconciatura più scelta dalle spose è il semi-raccolto, molto romantica ed elegante. 

E’ un’acconciatura in grado di correggere i lineamenti del volto, allungare il collo, coprire una schiena con qualche piccola imperfezione o un tatuaggio troppo evidente su una zona scoperta dall’abito. Inoltre, si abbina a gran parte degli stili di abito nuziale!

Un buon semi-raccolto deve prevedere anche una tessitura di capelli veri: per lavorare i capelli sulla nuca spesso “sfoltiamo” la massa che scende sulla schiena limitandone, quindi, l’effetto folto.

Il toupet o la tessitura non solo ci consentono di mantenere una bella massa, ma anche la lunghezza, sensuale e morbida. Se ne possono usare di moltissimi tipi e colori per pettinature con una resa assolutamente meravigliosa e naturale!

L’animazione per bambini al matrimonio è un aspetto fondamentale che non dev’essere affatto sottovalutato, tantomeno ignorato: figli, nipotini e cuginetti sono invitati speciali a cui è necessario prestare la massima attenzione per far sì che non si annoino durante la cerimonia e il ricevimento e lascino i genitori e gli sposi liberi di rilassarsi nel giorno delle nozze.

Per questo motivo vi dò alcuni consigli per un’animazione per bambini al matrimonio così da rendere il giorno del Sì una vera favola.

L’intrattenimento alle nozze deve rappresentare una forma di spensieratezza e gioco per i bimbi: meglio ancora se durante il ricevimento vengono inclusi anche gli adulti.

Scegliere l’animazione bimbi nel giorno del Sì significa affidarsi completamente ad un team di esperti che sarà tenuto a gestire l’intrattenimento, le richieste dei più piccoli ed eventuali imprevisti che possono sempre accadere in queste occasioni.

Quando i bambini sono intrattenuti e divertiti a modo ma, soprattutto, gli si dà un ruolo importante, i genitori si divertono avendo il cuore sereno… e gli sposi ancor di più!

Ogni problema dev’essere messo in conto ancora prima che capiti: può succedere, infatti, che i programmi della giornata saltino per colpa del maltempo e si debba correre ai ripari all’ultimo secondo. Bisogna essere preparati a tutto come a cambiare tempi, programmi o anche la sala in cui erano previsti eventuali intrattenimenti. La riuscita di una buona animazione è l’obiettivo principale da perseguire per far sì che nonostante gli imprevisti sposi, amici, parenti ma sopratutto bambini si divertano il più possibile mantenendo un animo sereno e spensierato.

La prima cosa da fare sarà prendere un appuntamento con lo staff di animazione per bambini al matrimonio e cercare di capire cosa si desidera per il giorno del Sì. L’animazioni bimbi, in certi casi, può essere concordata anche solo telefonicamente con lo staff prescelto confermando in maniera ufficiale la data delle nozze.

I futuri sposi interessati invece ad un’animazione completa anche di allestimento e assistenza per l’organizzazione delle nozze, dovranno necessariamente concordare modalità e tematiche insieme ai professionisti dell’animazione per bambini al matrimonio. Spesso, infatti, questi oltre ad essere esperti animatori offrono servizi aggiuntivi come allestimento fiori, location, partecipazioni e tableau e molto altro ancora. I futuri sposi potranno perciò affidarsi ad un gruppo di esperti in grado di seguire passo dopo passo ogni singola richiesta delle coppie.

Ogni coppia è diversa dall’altra e c’è chi, infatti, sarà più propenso ad intrattenere solamente i bambini con attività e laboratori ad hoc e chi invece vorrà coinvolgere all’interno dell’animazione anche gli adulti.

In questo caso, durante il matrimonio sia grandi che piccoli potranno ritenersi parte di uno stesso gruppo in cui divertirsi con spettacoli davvero emozionanti. Le offerte proposte possono variare da animazione con artisti circensi a spettacoli con palloncini esplosivi e fuochi d’artificio ma anche giochi con le bolle di sapone, ideali per far vivere un momento magico a tutti i presenti, non solo bambini.

Per chi desiderasse un’animazione ancora più ad effetto si potrà optare anche per giocolieri, maghi, trampolieri e mentalisti ma anche caricaturisti e ritrattisti e spettacoli con il fuoco. Giochi, eventi e spettacoli che possono rendere unico ed indimenticabile il giorno del Sì.

Per il giorno più bello, stile, eleganza, attenzione e scelta dei colori e degli effetti non possono non riguardare anche l’aspetto forse più spettacolare del vostro ricevimento, ovvero i fuochi d’artificio.

Il momento più appropriato per i fuochi d’artificio è il taglio della torta nuziale, quando gli sposi brindano insieme ai loro ospiti. Questo rappresenta un momento di grande condivisione delle nozze insieme a coloro che hanno preso parte al ricevimento; gli sposi sollevano i calici.

 Il momento è sublimato da romantiche coreografie di fuochi d’artificio che appaiono sospese in eterno nel cielo stellato!

Molto importante è anche il tipo di scelta di pirotecnia, laddove non fosse consentito generare anche il più piccolo rumore, perchè arrecherebbe disturbo a persone o animali e dove gli spazi non consentono l’utilizzo di effetti pirotecnici aerei. In questo caso cercate bellissime composizioni di fontane di luce capaci di sorprendervi e avvolgervi in un atmosfera resa magica dalle luci che solo il fuoco può creare. 

Uno spettacolo piromusicale è poi il coronamento poichè abbinare suoni e luci rende davvero magnifica la vostra festa. Sarete avvolti da meravigliose coreografie di luce realizzate a tempo di musica che vi condurranno verso un’esperienza plurisensoriale indimenticabile.

La perfetta sincronia tra le note del vostro brano e i fuochi d’artificio darà vita al vostro spettacolo che vi commuoverà per la sua bellezza e rimarrà un ricordo indelebile nei vostri cuori. Spettacoli che possono, anzi che devono essere personalizzati, per esempio con effetti semi-aerei, totalmente aerei, portati sull’acqua, scoppiettanti o completamente silenziosi che si susseguiranno per formare coreografie pirotecniche di grande intensità e coloreranno il vostro cielo di immensa gioia.

Non dimenticate di accordarvi bene con gli organizzatori dei fuochi, facendovi rilasciare al momento del  contratto una clausola che garantisca  l’incolumità dell’intera location e dei suoi partecipanti.


Quando si parla di Destination Wedding, ci si riferisce al tipo di matrimonio all’estero o in località lontano da casa, non solo per gli sposi ma anche per i loro invitati.

Organizzo Destination Wedding in Italia, in particolare a Roma, città d’arte e storia per eccellenza.

La maggior parte delle persone che si rivolgono a me sono stranieri e scelgono Roma, perché desiderano un matrimonio in un luogo ricco di storia, arte e bellezza o perché semplicemente se ne sono innamorati durante una vacanza.

Ma Roma è scelta anche da coppie italiane, così come molti Italiani all’estero preferiscono tornare in patria per celebrare il loro matrimonio, spesso anche quando uno dei due non è di nazionalità italiana.

In tutti questi casi ci sono alcuni specifici elementi da considerare fin da subito, prima di iniziare a pianificare il proprio matrimonio in Italia.

Innanzittutto la procedura burocratica può richiedere diverso tempo, sia nel caso di rito religioso che civile. Ma questo è un aspetto che una brava Destination Wedding Planner saprà risolvere e seguire passo dopo passo per vostro conto.

Il tempo sarà chiaramente un elemento importantissimo da prendere in considerazione. E non parlo del meteo. Vivere a centinaia o migliaia di chilometri di distanza non permette molti incontri e sopralluoghi con la presenza degli sposi, quindi i pochi giorni a disposizione andranno programmati molto sapientemente, e sfruttati al meglio; qui l’efficienza e le doti organizzative della wedding planner devono uscire allo scoperto senza esitazioni.

Non c’è tempo ne spazio per tentennamenti, dubbi e ripensamenti tardivi. Per definizione, un destination wedding richiede idee chiare e un certo decisionismo fin dall’inizio; o perlomeno a partire da quando progetto, location e tema del matrimonio sono stati individuati insieme agli sposi.

I cambiamenti di programma non mancheranno di sicuro e la wedding planner farà di tutto per soddisfare gli ultimi desideri della sposa, ma dovrà tenere in carreggiata gli sposi, quando saranno tentati di rivedere le loro scelte rischiando di far saltare la data tanto sospirata.

La logistica è un aspetto molto delicato e complesso, soprattutto quando gli invitati arrivano da diverse località e da diversi paesi del mondo.

Bisogna comunicare con tutti e con largo anticipo, perchè si deve garantire agli sposi la massima efficienza nelle prenotazioni e negli spostamenti.

l giorno del matrimonio è ancora più impegnativo, quando gli invitati vanno trasferiti dagli hotels al luogo della cerimonia, per poi spostarsi al ricevimento e ritorno. La macchina organizzativa è complessa e deve muoversi con un unico grande obiettivo: se gli ospiti sono soddisfatti, lo saranno anche gli sposi.

A volte anche i fornitori arrivano dall’estero; parlo di fotografi, videomakers o musicisti, che vanno supportati e coordinati per contribuire al successo dell’evento, e ovviamente non è esattamente come averli in città tutti i giorni. Allo strsso tempo, i fornitori Italiani vanno scelti e suggeriti con grande cura per gli sposi stranieri, perchè riporranno tutta la loro fiducia nella consulenza della wedding planner.